Conoscere il Linguaggio del Corpo per Comunicare, Vendere, Negoziare, Sedurre.

28 Novembre 2018 | news

Il linguaggio del corpo si riferisce a tutta una serie di segnali non verbali, spesso involontari ed inconsapevoli. Per nascondere i veri sentimenti e cioè “falsificare” il linguaggio del viso o del corpo, bisognerebbe riuscire a controllare ogni singolo muscolo, cosa ovviamente non possibile.

Il corpo quindi è indice di verità!
Ma allora, perché ci sono professionisti che ne sottovalutano l’importanza? Lasciati dire che spesso è per presunzione: “Chi io? Il linguaggio del corpo l’ho imparato per stradanella vita di tutti i giorni e comprendo subito il tipo di persona che ho di fronte e la veridicità delle sue parole”. SI BUONANOTTE!

Facciamo subito una prova:
Se hai davanti a te un cliente che sta sorridendo in uno dei due modi qui sotto, cosa pensi?
Che stai procedendo sulla strada giusta?

Se credi che queste persone stiano sorridendo, beh mi spiace per te, ma non sai assolutamente nulla di linguaggio del corpo.

Da cosa ti accorgi che ti stanno mostrando un sorriso falso?
Da cosa ti accorgi che non sono sorrisi autentici?
Se facciamo riferimento al metodo FACS (Facial, Action, Coding, System) di Paul Ekman e Wallace Friesen, noteremo subito che non è neanche un sorriso, ma rientra in quell’emozione definita “disprezzo“.

E si, non solo non ti sta sorridendo, ma ti sta disprezzando, (sta pensando: ma guard nu poc a chist, e io che stong perdenne tiempo ad ascoltarlo) e se continui a presentare te stesso, la tua idea o il tuo prodotto mentre l’interlocutore mantiene questa emozione, difficilmente andrai da qualche parte.

Puoi applicare tutte le tecniche di comunicazione che vuoi, se non riesci a far uscire il tuo cliente da questo stato emotivo è finita, stai perdendo tempo, punto e basta!

Quale è il sorriso autentico?
Un sorriso autentico è di questo tipo:

Da cosa lo distingui?
Dal sorriso simmetrico con la formazione classica delle rughe a “zampa di gallina” intorno agli occhi.

Lo scopo di un buon comunicatore, che sia un imprenditore, venditore, un politico o altro, è riuscire a calibrare la propria comunicazione ottenendo l’assenso e/o il consenso dalla controparte.

In che modo?
Notando i vari segnali di gradimento o rifiuto che ci invia continuamente con il viso e con il corpo. Ma se non sappiamo dove andare a guardare e cosa cercare, sarà molto dura.

SCARICA L’E-BOOK

Tutti possiamo applicare i metodi della comunicazione non verbale. Ogni volta che interagiamo con delle persone, stabiliamo una relazione, dobbiamo affrontare un colloquio, ogni volta che si interagisce con qualcuno, entra in gioco la comunicazione ed in particolare quella non verbale.
Siamo Vivi nella misura in cui COMUNICHIAMO.

Buona comunicazione a tutti!

 

 

Pasquale Tardino
Formatore e Coach
pasqualetardino@ramitalia.it
335 435785

Tags: